Scrivania Ghianda
Sala delle Rovine, Palazzo Arese Borromeo

Pierluigi Ghianda (Bovisio, 1929-2015) è stato un protagonista assoluto del design italiano nel mondo.

Il suo laboratorio, un vero e proprio simposio dove le idee si relazionavano con tutti i legni del mondo, è stato un modello non solo per la Brianza ma per il mondo intero. Progettare per Pierluigi significava ascoltare gli altri, la committenza, gli architetti, i designer che bussavano alla sua porta e ovviamente i suoi collaboratori, senza però esimersi di prendere la decisione finale.
La sua scrivania, dove non mancava la Gazzetta dello Sport, è sempre stata il luogo del dialogo e delle scelte progettuali, un vero e proprio campo di saperi diversi. Intorno i modelli, gli strumenti del lavoro, le misure, le tipologie dei materiali e lo sguardo sempre rivolto al mondo per evitare di ripetere se stessi.

Come aveva insegnato Platone nella sua opera, “l’idea della bellezza che è sempre, non nasce mai né muore mai”, bisogna saperla cogliere. Tutti noi dovremmo avere una scrivania dove dialogare con gli altri significa crescere insieme; nello stesso tempo non dimenticare che ogni progetto ha un autore, ma ciascuno di noi è l’interprete dell’opera.
La Scrivania di Pierluigi Ghianda, per Palazzo Arese Borromeo, rappresenta il futuro delle attività di un territorio unico al mondo.

Palazzo Arese Borromeo
via Borromeo, 41
20811 Cesano Maderno (MB)

email cultura@comune.cesano-maderno.mb.it
website
www.comune.cesano-maderno.mb.it
facebook @PalazzoAreseBorromeo